Divisione Nazionale A
sabato 26 maggio 2012
BASKET
DNA: Chieti vince gara-3, è riaperta la corsa alla LegaDue

La Bitumcalor Trento accarezza il sogno di chiudere la finale playoff in tre gare per 39’ e poi viene superata nel rush finale dalla BLS Chieti per 65 a 63, che si porta così sull’ 1 a 2. La squadra di coach Buscaglia dimostra però di esserci e anche in questa trasferta ha mostrato il carattere, l’orgoglio e la qualità che ne hanno contraddistinto il campionato. Ora si pensa già a gara 4 di finale playoff: la finale è una sfida lunghissima con tante partite. Anche questa volta nel giro di 48 ore si devono recuperare tutte le energie: domenica 27 maggio alle 20.30 la palla a due di gara 4.

La cronaca: la Bitumcalor Trento impatta bene nel match e parte avanti per 2 a 7 con la tripla di Conte, recuperato dall’infortunio. La BLS Chieti non ci sta e piano piano recupera nel punteggio, mentre Trento è imprecisa dai 6.75. La tripla di Rajola al 7’ fissa il punteggio sul 14 a 7 per i padroni di casa. Spanghero chiude il quarto con un gioco da tre punti che fissa il punteggio sulla sirena della prima pausa sul 14 a 10. Nel secondo quarto Spanghero e Negri rilanciano Trento in attacco e arriva il nuovo vantaggio al 13’ sul 17 a 18 per la Bitumcalor proprio con Negri. Gialloreto da tre punti e poi Rossi da due segnano il 25 a 20 al 16’, ma da quel momento cambia la partita perché i bianconeri iniziano a giocare con maggiore ritmo e fluidità in attacco. I canestri di Pascolo, Negri e Spanghero regalano un break di 10 a 0 per i trentini che al 18’ sono avanti per 25 a 30, che diventa 27 a 32 alla fine del primo tempo. Nel terzo quarto Trento riprende nel modo migliore: Forray segna al 23’ il canestro del 31 a 39. Chieti cerca di rimanere in scia con Rajola e Gialloreto, ma Trento trova i canestri di Santarossa per il 36 a 46 al 25’. Gialloreto segna da tre, ma rispondono Conte e Santarossa sempre da tre punti per il massimo vantaggio di 39 a 52 al 27’. Spanghero sbaglia da tre punti nell’azione successiva e subito Porfido mette a segno un gioco da tre punti, seguito a ruota da Rossi che segna il canestro del 44 a 52 con cui si chiude il terzo quarto. Il palazzetto dello sport di Chieti diventa una bolgia, ma i ragazzi di Buscaglia continuano a produrre buone giocate: Pazzi e Fiorito regalano il 48 a 59 al 32’, Santarossa segna al 35’ per il 53 a 63, ma questo sarà l’ultimo canestro dei bianconeri. Gialloreto segna da due e poi Chieti nei minuti finali è precisa ai tiri liberi e fa un complessivo 8/10 negli ultimi cinque minuti, mentre Trento non tira alcun libero. Si arriva così sul 63 pari a un minuto dalla fine. Forray sbaglia da tre, dall’altra parte Rossi segna su rimbalzo d’attacco per il 65 a 63 a 5’’ dalla fine. Conte si inventa una tripla dagli otto metri, che viene però annullata perché era stato richiesto precedentemente time out dalla panchina bianconera: per Trento è una beffa ulteriore. Ora la sfida è sul 2 a 1 per Trento: gara 4 domenica 27 maggio alle ore 20.30 a Chieti.

BLS Chieti. Rajola 15, Raschi 14, Gialloreto 12, Rossi 18, Diomede 3, Porfido 3, Iannone, Martelli, De Gregorio, Di Emidio. All. Sorgentone

Bitumcalor Trento. Pazzi 6, Santarossa 11, Forray 7, Conte 7, Pascolo 8, Negri 11, Fiorito 6, Spaghero 7, Brandani ne, Medizza ne. All. Buscaglia

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,797 sec.

Inserire almeno 4 caratteri