Il personaggio
martedì 15 aprile 2008
BASKET
Nenad Jakovljevic, la promessa dell’Alto Garda

È in Italia da soli tre anni, ma se la cava già bene con la nostra lingua Nenad Jakovljevic, giovane guardia che quest’anno milita nel Ti Amo Te Quiero Arco. Nella sua breve carriera italiana aveva già avuto l’opportunità di confrontarsi con una C1, conquistata con la Virtus Gardascuola la passata stagione, ma per il regolamento, essendo extracomunitario, può giocare solamente in serie C2 e inferiori, se non in serie A o in Legadue.
Da quando giochi a basket?
«Ho iniziato all’età di 11 anni in una formazione giovanile la cui prima squadra era in serie B1 del mio Paese, la Serbia. Prima facevo il portiere di una squadra di calcio, ma da quando ho iniziato a giocare con la palla a spicchi non ho più smesso».
Appena arrivato in Italia hai avuto subito l’opportunità di muoverti sotto canestro…

Nenad, seduto, è il secondo a partire da sinistra nella squadra di Betta
Nenad, seduto, è il secondo a partire da sinistra nella squadra di Betta

«Sì, i primi due anni li ho vissuti con la divisa della nella Virtus Riva, prima con coach Gabrielli e poi con l’attuale allenatore Betta. Con la promozione in C1 purtroppo ho dovuto cambiare aria, ed alla fine ho deciso di proseguire il mio cammino ad Arco, in serie D».
Come ti trovi nella nuova società?
«Abbastanza bene, siamo un bel gruppo che può fare bene in questa serie D. Il mio parere è che abbiamo le basi per vincere questo campionato, ma prima di tutto dobbiamo raggiungere i playoff, poi si vedrà. Ci dovremo provare, anche se secondo me, dovessimo conquistare una promozione in C2 andrebbero fatti alcuni innesti, perché è molto più impegnativa della serie D trentina. Questa è una categoria di livello minore anche nei confronti della D veneta, perché la nostra è una regione più piccola, pertanto il passaggio si avverte molto di più».
Come giudichi la vostra stagione finora?
«Abbastanza buona, poteva sicuramente andare meglio perché abbiamo perso alcune partite che dovevamo vincere. Siamo stati anche sfortunati perché ad ogni gara ci manca sempre qualcuno. Da poco è tornato anche Mattia Detoni dopo aver trascorso quattro mesi in Australia, sembra che siamo al completo, diciamo che la nostra stagione è appena iniziata».

In basso al centro Nenad Jakovljevic con la divisa dell'Arco
In basso al centro Nenad Jakovljevic con la divisa dell'Arco

Hai altri hobby oltre alla pallacanestro?
«No, oltre alla scuola il mio unico svago è il basket».
Hai sentito parlare dell’All Star Game che si terrà sabato 26 aprile? Come giudichi l’idea?
«Sicuramente è un’ottima idea, che valorizza il basket della nostra regione, spero di far parte della rosa dei convocati perché mi piacerebbe per un giorno giocare assieme ai migliori giocatori di serie D e C2».
Quale tuo compagno stimi maggiormente? E quale avversario?
«Dovessi scegliere un solo nome direi Ottone Pesarini. È una persona che ama davvero questo sport, ha 43 anni e gioca ancora. Fra gli avversari non conosco molto bene l’ambiente, ma ti posso citare Eglione, allenatore del Basket Pergine».
Quale squadra può essere considerata la numero uno in regione?
«Anche se la Garda Cartiere è in B d’Eccellenza, secondo me l’Aquila Trento è la società migliore, soprattutto perché lavora molto bene con le giovanili, mentre a Riva non questo non avviene. Inoltre, secondo me, la squadra del capoluogo salirà di categoria e quindi la giudico la squadra migliore del Trentino Alto Adige».
I tuoi pregi e i tuoi difetti.
«Pregi non ne saprei indicare, credo che li debbano indviduare quelli che mi vedono giocare, mentre per quanto attiene ai difetti posso dire che divento nervoso facilmente, devo migliorarmi in questo aspetto».
Futuro?
«Non ci penso, vivo giorno dopo giorno».


LA SCHEDA DI NENAD JAKOVLJEVIC

Nome: Nenad
Cognome: Jakovljevic
Soprannome: Jakov
Squadra: Arco Basket
Ruolo: guardia
Numero di maglia: 4
Residenza: Riva del Garda
Data di nascita: 30.10.1988
Segno: scorpione
Altezza: 194
Stato civile: /
Squadra del cuore: Inter o Partizan
Idolo: Danilovic
Hobby: basket
Canzone preferita: Hotel California – Eagles
Film preferito: Scarface
Libro preferito: Hirhfidelity
Piatto preferito: /
Sogno nel cassetto: di avere un sogno
Stagione migliore: 2003/04
Miglior partita giocata: Virtus Riva – Pro Pace Padova
Personaggio più importante incontrato in carriera: Saša Djordjevic

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,468 sec.

Inserire almeno 4 caratteri