SporTrentino.it
Legabasket A

La Virtus scarica Djordevic, poi ci ripensa, Sacchetti esonerato

Dopo la rottura di ieri, la ricucitura di oggi. A diciotto ore dall’annuncio dell’esonero del coach serbo Aleksander Djordjevic e dei suoi collaboratori Bjedov e Mihajlovic, come conseguenza del mancato esordio di Marco Belinelli nella partita di domenica scorsa contro Sassari, il club bolognese oggi ha reintegrato l’allenatore serbo e tutto il suo staff.
Resta in sospeso invece la posizione del play Markovic, che ha attaccato il club sui social dopo la notizia dell'allontanamento del tecnico: "Quando persone che non sanno di basket prendono decisioni" aveva postato su Instagram. La sua posizione a questo punto è in bilico e non solo da un punto di vista tecnico.

La Fortitudo Bologna ha invece esonerato, senza ripensamenti, dopo sei sconfitte consecutive, Romeo Sacchetti e ha affidato la guida tecnica della prima squadra a Luca Dalmonte, che ha firmato un accordo annuale con opzione per il 2021-22. Il 57enne tecnico romagnolo era già stato in forza alla vecchia Fortitudo dal 1993 al 1997 come vice allenatore ed era inattivo dal 2 dicembre 2019, quando venne esonerato da Verona in A2.
Le sei partite consecutive eguagliano le striscia negativa del 2008-09 e del 1986-87 ed è la peggiore nella massima serie dal 1984-85 quando l'allora Yoga perse sette gare tra il 3° e il 9° turno e a fine stagione retrocedette in A2; in quel caso l'allenatore Andrea Sassoli rimase in sella tutto il campionato e venne anche confermato per quello seguente. Per Sacchetti, che in estate aveva fimrato un biennale, si tratta del quinto esonero in carriera dopo quelli di Bergamo (Legadue 2001-02), Fabriano (Legadue 2005-06), Udine (Legadue 2008-09) e Sassari (A 2015-16).

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,453 sec.

Classifica

Notizie

Foto e video