SporTrentino.it
A2 femminile

Le Acciaierie Valbruna pronte ad accogliere Karin Kuijt

La Pallacanestro Bolzano archivia le prime due settimane di allenamenti con buone sensazioni. Le Sisters hanno interpretato al meglio la filosofia di quest'anno, quella di correre ad alti ritmi per compensare la maggiore classe di molte e più esperte avversarie. Quindi allenamenti intensi sotto l'aspetto fisico seguiti da altrettanto veloce lavoro in palestra. Due allenamenti quotidiani per smaltire un periodo lungo di inattività e per carburare al meglio.
Questo fine settimana ha visto l'arrivo della nuova ed attesa straniera Karin Kuijt. La forte playmaker non si è mai fermata durante l'estate e si aggrega ora, al termine di ulteriori allenamenti sempre con la nazionale.
«Karin sarà un direttore di orchestra con un bazooka nelle mani al posto della bacchetta. - dice Sandro Pezzi - Regalerà punti e molti assist alle compagne. Un valore aggiunto che spero possa far migliorare singolarmente molte nostre atlete. Avrà sicuramente bisogno di un po' di tempo per ambientarsi e per rendere al meglio. Il gioco in Italia è molto agonistico, vediamo se si adatterà immediatamente. Da lei so già cosa attendermi. Penso abbia l'importanza del lievito in una torta, ma contano molto anche tutti gli altri ingredienti. Quindi le compagne di squadra dovranno sempre rendere al massimo».
Dalle salite del Guncina e dai campi verdi dedicati alla preparazione atletica, la terza settimana sarà tutta in palestra, per preparare adeguatamente le prime partite amichevoli del fine settimana. Sono previsti infatti alcuni allenamenti in comune con Abano (B) e con Ravina (C), allo scopo di prendere nuovamente confidenza con il campo.

«Il gruppo che abbiamo costruito per questa nuova avventura non ha nomi eclatanti, ma ragazze con motivazioni importanti. Sono colpito dalla carica e dalla forza che mettono in tutto quello che fanno. Penso abbiano capito che devono creare uno spirito "operaio", un sentimento comune e diffuso di sacrificio a favore della squadra. Solo in questo modo sarà possibile confrontarsi contro squadre avversarie ricche di giocatrici con importanti curriculum e con carriere di prestigio. Noi non abbiamo queste figure. Quindi "gambe in spalla e pedalare" recita il detto popolare.
I nuovi innesti hanno grinta da vendere: Bonvecchio esprime nel ruolo di guardia una grande fisicità, Piermattei unisce velocità e gran gioco mancino, Chiabotto ha numeri per diventare una protagonista e Villarini si sta impegnando per tornare protagonista assoluta. Le ragazze reduci dalla vittoriosa stagione passata (18 successi su 19) sono galvanizzate e sarebbero contente di recitare lo stesso ruolo anche nella serie superiore. Ho ottimi segnali da Fabbricini ed Assentato con la loro voglia di andare a canestro, ho la conferma della inesauribile grinta delle due gemelle Hafner e la sapiente regia di Martina Luppi. Poi molte giovani del nostro vivaio che scalpitano e che saranno anch'esse coinvolte nel progetto».

Il calendario provvisorio, modificabile sino al 20 settembre, è stato pubblicato con grande tempestività. Rimane sub judice, essendo ancora pendente il ricorso al Tribunale Federale proposto da Pallacanestro Bolzano per la assurda composizione dei gironi. Gli esiti della prima istanza si conosceranno in settimana. Filtrano notizie per le quali i rilievi sottoposti dalla squadra bolzanina siano connessi anche alla situazione sanitaria ed ai rischi, giudicati inutili e quindi contrari alle normative ed al diritto primario della salute, connessi alla formulazione del girone nel quale sono state inserite le Sisters.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,125 sec.

Classifica

Notizie