SporTrentino.it
A2 femminile

Anche Emma Bonvecchio lascia Riva per la Pallacanestro Bolzano

Prosegue l'inserimento di giocatrici trentine nell'organico della Pallacanestro Bolzano, che sta allestendo un roster idoneo al prossimo campionato. Dopo molte conferme e gli nuovi innesti della guardia Piermattei e dell'ala pivot Villarini, entrambe con buona esperienza di A2, è arrivata la firma dell'ala Anna Bonvecchio, classe 1996, nella scorsa stagione in forza alla Cestistica Rivana.
Anna muove i primi passi nello sport con Arcobaleno Minibasket di Villazzano. A 16 anni viene inserita in un progetto che consorzia tre società trentine (Rovereto, Avio e Riva del Garda) disputando numerosi campionati di serie B con la Cestistica Rivana. La militanza con i colori biancoazzurri viene interrotta nella stagione 2014-2015, nella quale Emma viene ingaggiata da Bull Latina in A3. Unisce ad un impiego importante in prima squadra la presenza con la Under 19 laziale, che raggiunge le finali nazionali. Dopo l'esperienza di Latina Bonvecchio torna a Riva del Garda e continua ad essere bandiera del team lacustre, brillando per doti realizzative e per attaccamento alla maglia. Partecipa a tre finali Nazionali giovanili (Under 15, Under 17, Under 19) ed a numerosi raduni delle nazionali giovanili.
Questa stagione segna per Bonvecchio la ricerca di nuovi stimoli. La chiamata di Pallacanestro Bolzano giunge puntuale per aprire alla forte ala i campi della serie maggiore e probabilmente per riservarle un impiego in campo non emergenziale, ma più calzante per le sue caratteristiche. Quindi giocatrice esterna con la possibilità di esprimere completamente il potenziale di tiro, di 1c1, di contropiedista e di fantasista all'interno delle trame del futuro gioco bolzanino.

Le dichiarazioni

«Ho affrontato un passo importante della mia carriera di giocatrice. - racconta la giocatrice - Dopo molti bellissimi anni trascorsi a difendere i colori della Cestistica Rivana, nei quali ho ricevuto molto ed ho dato tutto, ho realizzato di avere ancora un potenziale inespresso. Ho voluto sfidare me stessa, uscire dalle cose note ed affrontare una realtà molto competitiva, dove dovrò lottare per i minuti in campo e nella quale mi confronterò con giocatrici di grande qualità. So di avere mezzi tecnici buoni, cercherò di farli diventare ottimi. Questa la sfida».
«Emma Bonvecchio è una giocatrice con grandi movimenti di 1c1. - dice Sandro Pezzi - Ha fantasia, creatività, estro, potenza. Abbiamo giocato molte volte contro di Lei, penso che valorizzarla nel ruolo a lei più adatto possa far crescere le sue prestazioni e di conseguenza anche l'autostima tecnica. Emma potrebbe essere una rivelazione del campionato. Per fare questo deve livellare verso l'alto le performance ed eliminare le curve in negativo che talvolta caratterizzano alcune sue prestazioni. Arriva a Bolzano in un momento nel quale unisce la freschezza della gioventù ed una buona esperienza maturata sui difficili campi del Veneto. Ha una interessante opportunità che sicuramente saprà cogliere».

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,172 sec.

Classifica

Notizie