SporTrentino.it
B femminile

Acciaierie Valbruna vincenti sullo Junior stringendo i denti

Le Sisters superano brillantemente le quotate avversarie veneziane dello Juior San Marco. Salgono così a 15 le vittorie conquistate in questa stagione con primo posto in classifica confermato. Gottardi e Mossong fra le protagoniste.
Coach Pezzi, prima del match, aveva ammonito le proprie giocatrici sul fatto che l'avversaria di turno avrebbe costituito un impegno ben diverso rispetto alla facile scampagnata di Trieste della settimana precedente. Lo Junior San Marco, dopo il cambio dell'allenatore avvenuto nel mese di novembre, viaggia nell'immediato ridosso dell'alta classifica, con la malcelata ambizione di centrare i playoff. Squadra ricca di talento e di brillanti individualità, le veneziane sono scese sul parquet del Palawalther convinte di fare risultato, forti di una buona condizione sia mentale sia fisica e per due tempi, nel secondo e nel terzo, hanno messo alle corde le bolzanine.

La cronaca

Bolzano opta per un quintetto pesante con Fabbricini, Mossong, Assentato ex di turno, Kerin e Gottardi. Risponde lo Junior con Fiorin, Bonivento, Biancat, Ridolfi e Borsetto. Inizio contratto per entrambe le squadre, poi il gioco si dipana veloce e il primo quarto volge nettamente a favore di Bolzano (24-12), numeri che spiegano perché le Sisters abbiano il miglior attacco del campionato. Ben 24 sono i punti a segno in un quarto, con azioni veloci e tiri precisi dalla distanza.
Nel secondo la reazione delle ospiti non si fa attenderee qualche errore di troppo delle conclusioni da parte di Bolzano consente loro di frenare l'emorragia e di andare al riposo lungo con uno svantaggio tutto sommato accettabile (35-25).
Il terzo quarto è molto combattuto, con i continui tentativi di Junior San Marco di rifarsi sotto e la voglia delle Sisters di scappare. La difesa veneta si arrocca, le bolzanine non sono in una serata particolarmente felice al tiro e la tattica disposta dal nuovo allenatore ospite di raddoppiare costantemente Kerin per impedirle di tirare sortisce un momentaneo successo. Il terzo quarto si chiude 45-35 con la partita che si può virtualmente considerare ancora aperta.
La chiudono immediatamente nell'ultimo quarto le padrone di casa, stringendo le maglie della difesa e saltando con veloci passaggi di uscita i raddoppi su Kerin, consentendo alle compagne di squadra vere autostrade verso canestro. Junior San Marco va sotto con un passivo importante, sul - 23 a 3 minuti dal termine la partita virtualmente finisce e lascia lo spazio al rilievo dell'ottima condizione atletica delle Sisters, che proprio sul finale hanno fatto vedere una intensità ed uno spunto decisamente da velociste.
Per Junior San Marco ottima prova della guardia Bonivento (14), che rientrerà nel novero delle atlete a cui punterà Bolzano nella prossima stagione. Assieme a lei degna di menzione per intelligenza tattica la play Borsetto (13) e qualche buona incursione di Regazzo (8).
Per Bolzano MVP della gara Nadia Mossong, che oltre ai 21 punti ha siglato la doppia doppia con "solo" 17 rimbalzi. Nei momenti di tempo libero ha anche oscurato la sua avversaria diretta Ridolfi, bloccata ad solo 1 punto a canestro. Degna compagna di squadra Alessandra Gottardi, che ha diretto con ordine la squadra ricordandosi di essere anche ottima realizzatrice (19 con 3 bombe). Anche Giorgia Assentato da menzionare in doppia cifra (11).

Le dichiarazioni

«Per noi partita altalenante. - dice Sandro Pezzi - Primo quarto ad altissimo livello ed in contrasto con altre partite, nelle quali l'avvio era stato sonnacchioso. Secondo quarto e terzo quarto non fluido come vorrei, anche in virtù della qualità delle avversarie e dalle ottime scelte tattiche del loro allenatore. Ultimo quarto nuovamente ad altissimi livelli, con voglia di difendere e correre. Il detonatore di questo successo ha un nome: Daniela Hafner. La sua entrata in campo è stata un elettroshock per compagne ed avversarie, è stata onnipresente in attacco ed in difesa e ha spiegato alle compagne che cosa è il "Sisters Pride".
Per Mossong e Gottardi nessun commento. Ottima la loro gara. Non sono soddisfatto delle prestazioni di Giangrasso e Fabbricini, da loro è lecito attendersi molto di più. Anche Kerin in ombra nelle realizzazioni, sempre marcata da almeno due avversarie, ma la sua presenza in campo ha aperto importanti spazi alle compagne. Il basket è una coperta corta. Copri la testa e si scoprono i piedi».
«In difesa abbiamo fatto una buona gara, - afferma coach Malossi - raddoppiando la tiratrice locale Kerin e cercando le linee di anticipo. Sono soddisfatto. In attacco abbiamo incontrato una giornata non particolarmente felice, con nessuna realizzazione da tre e con percentuali non sufficienti per impensierire Bolzano. Nell'ultimo quarto ho visto anche un leggero calo fisico al quale è seguito il dilatarsi del divario nel punteggio. Mancano a referto i punti di una delle mie importanti giocatrici. Forse una giornata storta o forse una buona qualità della difesa di Bolzano , che le ha negato le conclusioni da tre preferite».

Il tabellino

Acciaierie Valbruna Bolzano - Junior San Marco 69-48 (24-12, 35-25, 45-35)
ACCIAIERIE VALBRUNA BOLZANO: Castellaneta, Luppi, Mossong 21, Gottardi 19, Rossi, Giangrasso 5, Alberti, Fabbricini 2, Kerin 6, Assentato 11, Hafner Dani 5, Hafner Miriam, all. Pezzi T.L. 14/18 tiri da 3 Mossong 3, Gottardi 3, Kerin 1, Assentato 1
JUNIOR SAN MARCO VENEZIA: Coffau, Scappin, Fiorin 2, Bonivento 14, Girolimetto 5, Biancat Marchet 4,Regazzo 8, Borsetto 13, Ridolfi 1, Cavalletto, Minetto 1 all. Malossi T.L. 12/15 tiri da tre nessuno
Arbitri: Baldo e D'Andrea di Verona

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,156 sec.

Classifica

Notizie

Foto e video