A2 femminile
venerdì 8 novembre 2019
BASKET
L’Alperia Bolzano contro le Lupe a caccia della sesta vittoria

Settima giornata di campionato e l’Alperia Basket Club Bolzano è ancora imbattuta e in seconda posizione solitaria con la sola corazzata Moncalieri davanti a sé, che a differenza delle altoatesine non ha ancora osservato il turno di riposo.
Le torinesi fino ad ora hanno regolato tutte le avversarie con larghissimi scarti, esclusa proprio la sfidante di questo sabato del BCB. Il San Martino di Lupari è infatti riuscito ad impegnare le piemontesi più del previsto, facendo sudare alle avversarie i due punti in palio.
Quello con il Fanola, sabato 9 novembre alle 20.30 al PalaMazzali di Bolzano, sarà quindi un ulteriore banco di prova per la squadra di coach Sacchi.
Le partite con le Lupe presentano sempre l’incognita della formazione da affrontare, trattandosi del vivaio della squadra che milita in A1. Roster quindi di giovanissime con le punte di diamante che già sono in rotazione, con minuti importanti, nella massima serie. Domani l’A1 di San Martino di Lupari gioca alle 20:30 a Empoli e quindi si scoprirà solo all’arrivo della squadra se tutte le giocatrici saranno a disposizione di coach Valentini o se ci sarà qualche assenza.
Tra le fila biancorosse dopo lo stop di settimana scorsa, torna invece in campo Daniela Servillo.

Le dichiarazioni


«Affrontiamo una squadra molto giovane, che fino ad oggi ha perso di 3 con Castelnuovo Scrivia dopo un supplementare (55-58), a Carugate (67-63) e nell'ultima giornata contro la corazzata Moncalieri ha ceduto solo nell'ultimo minuto (59-64). - dice Sandro Pezzi - Unica squadra fino ad ora a metterle veramente in difficoltà. Mentre le due vittorie sono arrivate entrambe con larghi margini (59-83 a Ponzano e 73-55 contro Marghera).
Hanno un quintetto giovane ma molto fisico e con individualità pazzesche con minuti importanti in A1 Sara Toffolo (18 minuti di media), Francesca Pasa (17 minuti) a cui si aggiunge la "veterana" tiratrice micidiale da 3 punti Claudia Amabiglia, e la ex di Marghera Elena Giordano. Vicino a loro tante giovani e giovanissime pronte a scendere in campo e lottare su ogni pallone. L'anno scorso ci hanno battuto in entrambi i confronti, quindi conosciamo bene le loro caratteristiche, non mollano mai, giocano con grande intensità in difesa e veloci in attacco, senza punti di riferimento. Dobbiamo proseguire sulla nostra crescita graduale, soprattutto tra le mura amiche per cercare di portare a casa un’altra importante vittoria».

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,25 sec.

Inserire almeno 4 caratteri