B femminile
domenica 6 ottobre 2019
BASKET
Le Acciaierie Valbruna superano l'Oma con tante junior in campo

Alla vigilia le idee in casa bolzanina erano molto chiare. Contro Oma Trieste, squadra la cui iscrizione era stata in bilico sino all'ultimo, costretta nel valutare se ritirarsi dal campionato a causa di tante defezioni dell'ultima ora, le Sisters non volevano affondare il colpo. Chiara era l'intenzione di non spegnere l'entusiasmo e la passione delle molte giovani triestine, che hanno preso parte, assieme all'ottima coach Pelizon, a questo incontro e che difenderanno i colori salesiani per il resto della stagione. Con la prospettiva infatti di perdere quasi tutte le gare, ma con la ferrea volontà di lavorare proiettate nel futuro, le ospiti hanno giocato una partita fatta di entusiasmo e di spontaneità tecnica.
Coach Pezzi nei primi minuti ha giocato con il quintetto più esperto, ma ha interrotto quasi subito la performance, iniziando le rotazioni dalla panchina che già nel primo tempo avevano toccato in maniera importante tutte le 12 giocatici a disposizione. E vista la presenza in campo per le triestine di molte giovani, l'occasione è stata gradita per vedere all'opera anche la linea verde di Pallacanestro Bolzano, con risultati che hanno riempito di entusiasmo e di contentezza pubblico ed addetti ai lavori.

Luna Alberti (2002), Valentina Marcello (2004), Anna Abram (2003) e Gioia Vettori (2003), nella foto qui sopra, hanno dato dimostrazione che la loro passione ed il costante lavoro negli allenamenti a fianco di giocatrici di qualità si riverbera positivamente sulle loro prestazioni.
In campo hanno profuso grande impegno e ben due di loro sono andate in doppia cifra, lasciando una ottima impressione per un loro impiego anche in partite con maggiore equilibrio tecnico. Ognuna di esse ha fatto intravedere margini importanti di miglioramento. Luna Alberti ha colpito per il feeling che ha con il canestro, Valentina Marcello si presenta come un solido appoggio sotto i tabelloni, Anna Abram è considerata la più rilevante promessa regionale nel settore delle guardie e Gioia Vettori ha diretto con piglio anche compagne più esperte.
Anche l'Oma ha fatto vedere giovani promesse, che hanno dato dimostrazione di personalità e coraggio. La cronaca della partita passa inosservata di fronte al piacere che questa serata ha regalato, seppur nella differenza delle forze che sono scese in campo. Alcuni cenni sono comunque di interesse. Nadia Mossong, a lunghi tratti in panchina, è la top scorer dell'incontro e conferma la sua posizione in testa alla classifica marcatrici della serie B. Ines Kerin ha dato lampi di bel gioco cercando il passaggio smarcante alle compagne. Daniela Hafner ha confermato i progressi visti negli allenamenti e tra breve sarà pronta ad affrontare sfide più importanti. Ottimi sprazzi di regia di Gottardi e Luppi ed alcune prodezze balistiche di Giangrasso sono state contorno di questo "Green Day".
Dopo questo training l'attenzione delle Sisters è proiettato alla trasferta di sabato prossimo a Mestre contro Junior San Marco, squadra forte, ricca di esperienza e pericolosa tra le mura amiche e che richiederà una attenzione particolare.

Il tabellino


ACCIAIERIE VALBRUNA - OMA EMT TRIESTE 99-43 (26-7, 23-13, 30-13, 20-10)
ACCIAIERIE VALBRUNA BOLZANO: Vettori 6, Castellaneta, Luppi 2, Mossong 18, Gottardi 11, Giangrasso 15, Alberti 10, Fabbricini 4, Kerin 8, Hafner 13, Marcello 10, Abram 2 all. Pezzi T.L. 5/8 infortunate non disponibili Assentato, Rossi
OMA EMT TRIESTE: Bardi 2, Giorgesi 2, Tobou 15, Bincoletto, De Barba 9, Morabito 8, Baroncini 6, Manzin, Giorgesi, Giacomello all. Pelizon
Arbitri: Baldo e Tadic

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,109 sec.

Inserire almeno 4 caratteri