Legabasket A
lunedì 27 maggio 2019
BASKET
Capolinea Aquila: Venezia va in semifinale senza fatica
di Sergio Zanella

Gara 5 finisce troppo presto, perchè dopo 15 minuti non c'è davvero più niente da fare. 87-62 il punteggio per una Reyer che merita ampiamente il passaggio del turno, con Trento invece che mostra il suo peggior volto.
Un solo punto dalla panchina, 0 punti degli italiani, 20 palle perse: questi i numeri chiave di una Trento troppo brutta per essere vera e che, come detto l'altro giorno, sembra davvero essere arrivata alla fine del ciclo Buscaglia, con anche Flaccadori già certo dell'addio. A salvar la faccia sono i soli Beto, Craft e Marble, con Trento che, oltre alla partita, perde anche alla testa, con Jovanvic e Hogue che si rendono protagonisti di falli orrendi.
In casa Venezia, invece, tutto gira alla perfezione, cosa che non era successa nei due atti del PalaTrento. Bramos è una sentenza da 19 punti e Haynes un killer, con un bel 6/8 da 3. In laguna non stecca proprio nessuno: 63%da 2 e 46% da 3, anche se a impressionare è soprattutto la difesa. Ora per Venezia c'è la semifinale contro Cremona, per Trento una lunga estate per ricostruire.

TOP CRAFT Ci prova fino alla fine e non molla nemmeno quando gli altri non corrono più.
FLOP La panchina. Scegliete voi il nome del peggiore.
LA CHIAVE L'intensità e la fluidità in attacco. 6 tabellate da 3 sui primi 7 tentativi sono il chiaro segno di un gioco che latita.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,641 sec.

Inserire almeno 4 caratteri