Legabasket A
domenica 12 maggio 2019
BASKET
Trento fa il suo, le dirette avversarie no, si va ai playoff
di Sergio Zanella

La Dolomiti Energia gioca il 30esimo turno come una vera e propria finale e si regala i playoff, i quinti consecutivi della sua giovane storia in Serie A. Alla squadra di Buscaglia è bastato imporsi, non senza fatiche, contro Brindisi per 76-81, perchè tutte le avversarie dirette (Trieste, Varese e Cantù) hanno perso i rispettivi impegni finendo per spianare la squadra agli aquilotti.
Grande partita quella dei bianconeri, che nei playoff incroceranno Venezia, in quello che è ormai un classico del basket italiano. Partita in perfetto equilibrio fin dalla palla a due quella del PalaPentassuglia, con Brindisi che, nonostante qualche assenza di troppo, è brava a rimanere sempre in leggero vantaggio nel primo quarto, finito sul 20-19. Nel secondo quarto inizia il Forray show, che proseguirà poi nella ripresa, ma alla pausa lunga è ancora Brindisi a chiudere avanti, grazie al canestro sulla sirena di Clark.
Le cose non cambiano ad inizio ripresa, con Marble che si prende la scena in casa Trento e Moraschini che fa valere la legge dell'ex in casa Brindisi. Pareggio al 30esimo e così tutto si decide nel quarto quarto, con l'Aquila che però dimostra di essere più affamata. 16-21 di parziale e una lunga fila di palle recuperate regalano ai trentini i playoff contro la Reyer (gara 1 domenica).
Cinque gli aquilotti oltre quota 14 punti: capitanati dai 17 di Marble.

TOP Marble, un primo tempo orribile, un secondo da star. Gioca con il piglio del leader, anche se da 3 non segna da altrettante partite.
FLOP Pascolo, semplicemente disastroso in entrambe le metà campo. Irriconoscibile.
LA CHIAVE 12 rimbalzi in attacco per i trentini contro i 3 dei pugliesi.Super presenza sotto le plance di Hogue, mentre impalpabile Jovanovic.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,579 sec.

Inserire almeno 4 caratteri