Legabasket A
domenica 14 aprile 2019
BASKET
Grande rimonta nell’ultimo quarto e vittoria contro Pesaro 81-76

La Dolomiti Energia Trentino sprofonda fino al meno 11 in chiusura di terzo quarto, poi da Aquila si trasforma in fenice cambiando completamente volto negli ultimi 10’ grazie ad un chirurgico Craft: contro la VL Pesaro finisce 81-76, con i bianconeri a cogliere la vittoria numero 15 in campionato, la numero nove in 11 partite nel girone di ritorno.
Aaron chiude con 19 punti (13 dei quali arrivati nel solo ultimo quarto), 4 rimbalzi e 3 assist con 7/15 dal campo, ma il migliore marcatore della Dolomiti Energia è un Devyn Marble da 22 punti (10/22 al tiro) e 3 recuperi, autore anche della tripla del 78-76 che ha di fatto deciso il match. Toto Forray ne aggiunge 16 con 4/6 dal campo e 7/8 ai liberi, Hogue sfiora la doppia-doppia con 10 punti e 8 rimbalzi catturati.

La cronaca


La Dolomiti Energia Trentino impiega più di sei minuti a trovare il primo canestro dal campo, ma nonostante l’ottimo avvio di Blackmon e Lyons la tripla dall’angolo di Gomes vale il meno uno (10-11). I bianconeri riescono anche a sorpassare, ma un altro parziale di 9-0 in favore della VL ricaccia indietro i padroni di casa: un gran canestro in acrobazia di Marble a fil di sirena chiude il primo quarto sul 14-20.
Gli ospiti non hanno intenzione di calare di intensità ed efficacia: le triple di Lyons e l’efficacia dei Zanotti e Ancellotti tengono lontani i trentini, condotti per mano da un Marble impreciso dall’arco (0/5 in avvio di partita) ma capace di un paio di grandi voli al ferro. Dopo essere scesa anche a meno 9 la Dolomiti Energia però trova improvvisamente ossigeno dai 6.75, prima con Marble e poi con Gomes (35-38). A quel punto è una “bomba” di Ancellotti a firmare il 35-41 di metà partita.
La Dolomiti Energia ritorna a meno 3 con una grande tripla di Gomes, ma la reazione di Pesaro è ancora più veemente: Artis, Lyons e un infuocato Blackmon portano avanti di 11 la VL, che dopo 30’ di partita è ancora in vantaggio in doppia cifra (54-64).
Gli ultimi 10’ però sono da favola: Craft e Marble confezionano un 6-0 nel giro di un minuto e mezzo, l’onda bianconera sale fino al meno due che scatena anche i 3.950 in tribuna. Quando Craft segna la tripla del 73-71 il palazzetto esplode, ma una tripla di Zanotti regala a Pesaro il nuovo +3 (73-76). A quel punto è una scorribanda di Aaron e la tripla del sorpasso di Marble a riportare avanti la Dolomiti Energia, stavolta definitivamente. Per la quinta volta consecutiva i bianconeri, ora a 30 punti in classifica, chiuderanno la stagione di Serie A almeno al 50% di vittorie.

Le parole di Maurizio Buscaglia


«Nell’ultimo quarto abbiamo fatto quello che avremmo dovuto fare fin dall’inizio, siamo entrati sul parquet e in un attimo abbiamo prodotto tre canestri facili e tre grandi difese. Negli ultimi 10’ abbiamo trovato percentuali più alte e miglior attenzione a rimbalzo: ormai lo sappiamo, non è mai troppo tardi in questo tipo di partite in cui la posta in palio è alta per entrambe le squadre, ma è stato importante rimanere lì anche quando non eravamo brillanti e quando Pesaro ha punito i nostri passaggi a vuoto. Abbiamo giocato un finale di gara lucido e preciso in un ambiente reso fantastico dai nostri tifosi».

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,766 sec.

Inserire almeno 4 caratteri