A2 femminile
domenica 10 febbraio 2019
BASKET
La capolista Crema travolge una Bolzano incerottata

Crema festeggia la testa della classifica con una prestazione intensa dal punto di vista difensivo e molto concreta in fase realizzativa. E tanto basta per avere ragione di Bolzano, che scende in campo con Zanetti e Mossong influenzate, presenti solo per amor di maglia e per la contemporanea assenza di Luppi, infortunatasi alla caviglia nell'allenamento di venerdì, e di Daniela Hafner, alle prese con l'ultima giornata di squalifica. Un quadro abbastanza difficile per Bolzano, anche in relazione alla qualità dell'avversaria da contrastare, priva di punti deboli ed in piena corsa per la promozione serie A1, dall'alto del suo primo posto in classifica.
La gara inizia con Bolzano che schiera Egwoh, Consorti, Zanetti, Mingardo e Rossi. Crema risponde con Nori, Rizzi, Parmesani, Blazevic e Melchiori. Le prime fasi sono di equilibrio e di studio. Ma sin dalle prime battute le padrone di casa faticano a centrare il canestro, pur reggendo bene con la propria difesa schierata. La fine del primo quarto (9-15) fotografa un inizio partita nervoso e frammentato. Il secondo vede Crema stringere le maglie della difesa concedendo solo 3 punti (tiri liberi) alle bolzanine e concretizzando il predominio con ben 19 punti in attacco. Si va nello spogliatoio per la pausa di mezza gara con il punteggio di 12-34, e l'attacco bolzanino non trova la via del canestro, regalando virtualmente la gara alla capolista.
Gli ultimi due quarti vedono una reazione orgogliosa delle Sisters, che si schierano con maggiore attenzione in difesa e ritrovano qualche canestro in più, frutto di azioni di buona fattura. Ma il gap incamerato nel secondo quarto risulta essere quello determinante per gli esiti del match e Crema non perde il controllo nonostante il tentativo di ritorno bolzanino.
La squadra di Crema, meritatamente in testa alla classifica, ha impressionato sia per l'indiscussa qualità delle singole atlete sia per il gioco di squadra espresso, reagendo con calma ed ordine alle diverse difese organizzate da coach Pezzi, predisposte nel tentativo di cercare qualche punto debole nell'organizzazione avversaria. Ben 4 le Atlete lombarde in doppia cifra, a testimonianza del buon lavoro di team svolto. Per Bolzano unica menzione degna di nota la buona serie di tiri da 3 (3 bombe) di Consorti, che, visto il predominio fisico dei centri avversari, ha cercato con successo di concludere dal perimetro.

Le parole di Alessandro Pezzi


«Crema ha dato una grossa impressione di solidità. Noi siamo andati in battaglia con l'arco e senza le frecce. Troppe giocatrici in cattive condizioni fisiche per contrastare la capoclassifica. Quindi abbiamo usato l'arco come se fosse una clava, con esito scontato ed ovvio. La gara ha avuto un inizio abbastanza equilibrato, poi nel secondo quarto abbiamo perso il senso e la via del canestro. Siamo riusciti a segnare solo con tiri liberi, mentre Crema ha centrato il canestro con regolarità. Mi è piaciuta la reazione delle Sisters nella seconda parte della gara, la difesa ha ripreso ad essere intensa e si è vista qualche buona azione in attacco. Nella nostra posizione in classifica servono vittorie e punti, la serata non era certo delle migliori per cercarli».

Il tabellino


ACCIAIERIE VALBRUNA BOLZANO - PARKING GRAF CREMA 33-61 (9-15, 12-34, 24-48)
ACCIAIERIE VALBRUNA BOLZANO : Pezzi ne, Mossong 4, Gottardi 5, Rossi 2, Mingardo, Zanetti, Consorti 11,Bertol ne. Hafner Miriam 3, Egwoh 6, Rossetto 2 all. Pezzi. TL 7/12
PARKING GRAF CREMA : Melchiori 11, Nori 9, Capoferri ne, Iuliano 11, Blazevic 6, Caccialanza 3, Parmesani Francesca 12, Cerri, Grassia, Parmesani Federica, Rizzi 4 all. Sguaizer. TL 11/16
Arbitri: Foschini e Bianchi di Rimini

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,578 sec.

Inserire almeno 4 caratteri