A2 femminile
sabato 3 novembre 2018
BASKET
L’Itas Alperia Bolzano fa suo il derby dopo un supplementare

Finisce nelle mani dell'Itas Alperia Bolzano il primo derby di A2 fra due squadre bolzanine, terminato dopo un tempo supplementare grazie alla rimonta finale delle Sisters.
Le statistiche testimoniano che l’Itas Alperia è stata in vantaggio per 40 minuti e 46 secondi, la Pallacanestro Bolzano per 2 e 52 e questo fa subito pensare ad una passeggiata della squadra ospite, ma sono quei minuti di troppo, oltre ai regolamentari 40, che mettono la pulce all’orecchio. Infatti non è bastato alle ragazze di coach Sacchi condurre praticamente tutta la partita per poter chiudere senza quello che ogni derby che si rispetti invoca: l’over time. Adrenalina allo stato puro, che tiene con il fiato sospeso tutti coloro che il fiato lo hanno già abbondantemente finito per sostenere la propria squadra fino a lì.

La cronaca


Sin dalla palla a due la tensione è palpabile e si ripercuote su un primo quarto a punteggio basso. I primi centri sono delle ospiti, per mano di Elisa Mancabelli e Julita Bungaite seguita subito dopo dalla padrona di casa Camilla Mingardo. Si prosegue senza alti né bassi e si chiude sul 13-12.
Nel secondo quarto l’Itas Alperia prendere le redini del gioco iniziando ad incrementare il vantaggio che oscilla tra i 7 e i 9 punti, quando però a -3:12, arriva il colpo che non ci si aspetta. Ad Elisa Mancabelli viene fischiato un tecnico, sommato ad un antisportivo guadagnato nel primo parziale, che stridono con il suo gioco corretto, significano espulsione. La partita è ancora lunghissima e il BCB deve fare a meno di uno dei suoi punti di forza, nonostante ciò le ragazze si uniscono e mantengono pressoché inalterato il gap, andando negli spogliatoi sul 26-32.
Il terzo quarto è fatto di parziali pesanti a favore di una o dell’altra compagine, inizia con un 4-0 per le ospiti, che le porta su un apparentemente tranquillo +10, ma le padrone di casa guidate da Nadia Mossong e Camilla Mingardo piazzano un 6-0 che significa noi non molliamo, immediatamente seguito da un nuovo 0-6. 34-42 il finale.
Gli ultimi 10 minuti iniziano con due punti di Luppi e qualche infrazione di troppo sul fronte BCB che smuove il tabellino solo dopo 4 minuti con una bomba di Daniela Servillo. Le ospiti pur mantenendo il vantaggio fino ad una manciata di secondi dalla fine faticano, mentre le avversarie punto dopo punto rosicchiano il vantaggio e quando mancano 3 minuti di gioco arriva anche un canestro dalla lunga distanza di Chiara Rossi, che significa -1.
Il tabellone rimane fermo senza sussulti fino a 14 secondi dalla fine, quando Xhovana Cela, tra le migliori in campo, commette un fallo proprio sulla quasi infallibile tiratrice Mossong, che sbaglia però il primo e segna il secondo, portando la sua squadra all’over time.
Tutto da rifare con 5 minuti a disposizione, Sofy Fall fa subito vedere di che pasta è fatta e esordisce dopo solo pochi secondi con una bomba che dà coraggio, seguita dai canestri di Daniela Servillo e Chiara Villarini. Sull’altro fronte ci provano, ma oramai la direzione presa dal supplementare è definita e l’Itas Alperia Bolzano si porta a casa il derby con i due punti in palio.
Le stracittadine non sono mai facili e sono troppe le componenti a compromettere il bel gioco, ma l’aria che vi si respira ripaga sicuramente questa mancanza.
Il campo in questa occasione ha visto sul lato BCB una squadra coesa che ha saputo mandare in doppia cifra ben quattro giocatrici (Gio Cela, Safy Fall, Daniela Servillo e Chiara Villarini) con Elena Zambarda che si è fermata solo poco sotto (8). Dall’altra due ottime individualità come Nadia Mossong, in doppia doppia con 21 punti e 14 rimbalzi, oltre ad una giovanissima Camilla Mingardo, classe ’99, 10 punti per lei, che ha dimostrato grandi possibilità e carattere. Tanto lavoro anche per la regista Chiara Rossi, che è stata però ben contenuta.

Le dichiarazioni


«Spot meraviglioso per Bolzano e per la pallacanestro femminile in generale, - commenta Roberto Sacchi - per lo spettacolo di tutte le magliette rosse sulle tribune e ovviamente perché abbiamo vinto. Siamo sempre state davanti, ma brave loro a non mollare mai. Vincerla così è sicuramente ancora più bella per lo spettacolo, meno per noi che abbiamo sofferto più del dovuto. Sapevamo della loro zona che poteva metterci in difficoltà, ma alla fine ci godiamo i due punti. Vediamo di ripartire da qua, non solo per noi di A2, ma per tutto il movimento».

Il tabellino


Acciaierie Val Bruna Bolzano - Itas Alperia Bolzano 56-60 d1ts
(13-12, 26-32, 34-42, 48-48, 56-60)

ACCIAIERIE VAL BRUNA BOLZANO: Luppi 6 (3/3, 0/2), Mossong* 21 (7/11, 0/4), Gottardi, Mingardo* 10 (4/17, 0/2), Consorti* 2 (1/4, 0/1), Hafner 2 (1/1 da 2), Marcello NE, Hafner 3 (1/1 da 2), Alberti NE, Egwho 5 (2/2 da 2), Rossi* 7 (1/10, 1/6), Rossetto*. Allenatore: Pezzi A.
Tiri da 2: 20/50 - Tiri da 3: 1/16 - Tiri Liberi: 13/28 - Rimbalzi: 35 10+25 (Mossong 14) - Assist: 16 (Consorti 7) - Palle Recuperate: 3 (Mingardo 1) - Palle Perse: 16 (Mossong 4) - Cinque Falli: Gottardi, Rossi.
ITAS ALPERIA BOLZANO: Servillo* 12 (1/6, 1/6), Mancabelli* 2 (1/4, 0/1), Cela 10 (3/7, 1/1), Fall* 11 (0/7, 2/6), Zambarda 8 (4/8, 0/3), Ruocco, Desaler NE, Pobitzer*, Bungaite* 6 (3/5 da 2), Villarini 11 (4/5 da 2), Gualtieri NE, Bernardoni NE. Allenatore: Sacchi R.
Tiri da 2: 16/47 - Tiri da 3: 4/21 - Tiri Liberi: 16/23 - Rimbalzi: 40 10+30 (Servillo 8) - Assist: 5 (Mancabelli 2) - Palle Recuperate: 5 (Cela 2) - Palle Perse: 16 (Fall 4)
Arbitri: Spessot M., Zuccolo M.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,438 sec.

Inserire almeno 4 caratteri