A2 femminile
domenica 30 settembre 2018
BASKET
Debutto amaro per la Valbruna Bolzano in serie A2

Amaro debutto sabato alle 18 al PalaWalther per le altoatesine che, da matricole, hanno pagato l’impatto nella categoria, l’emozione e la tensione della prima giornata, ma, ancor prima, l’intensità delle padovane.
Quello che si presentava era match abbordabile e ad armi pari, con la sola differenza che le Lupe conoscono il campionato e sono quindi scese in campo con più grinta e con il coltello tra i denti, impostando un gioco aggressivo e raddoppiando nei pick&roll di Rossi, tentando così di bloccare sul nascere le scelte delle biancorosse.

La cronaca


È Baldi a realizzare i primi due punti della gara dopo quasi tre minuti in cui entrambe le compagini hanno faticato a trovare la via del canestro. Le bolzanine si sbloccano con Consorti, trovando un 7-0 che vale il primo vantaggio (12-9 all’8?), ma, verso la fine, le triple di Baldi e Amabiglia fissano il primo parziale sul 12-15.
Il secondo quarto inizia nel segno delle giallonere che, con Milani allungano fino al +5 (15-20). Dall’altra parte però Mossong risolleva le sorti delle padrone di casa e scalda la mano dalla lunga distanza centrando tre pesanti triple. Il buon trend viene saldato da capitan Gottardi che, a pochi secondi dalla sirena, realizza il 28-27 di metà gara.
Nel terzo quarto l’inerzia va alle biancorosse che provano in più occasioni a scappare, arrivando a toccare il +6 con Rossi (40-34 al 25?). Le lupe sono resilienti e la loro risposta produce un 8-0 negli ultimi 2? della frazione, con Profaiser che firma il 44-47 dell’ultima pausa.
Nel quarto periodo le venete spingono sull’accelleratore e la tripla a fil di sirena di Boaretto, imitata poi da Amabiglia, taglia le gambe al match: le avversarie arrivano sul +9 (46-55 al 35?), Bolzano prova a reagire ma il Fanola è in striscia. Milani, alla fine top scorer con 15 punti, piazza l’allungo finale decisivo e le padovane si prendono così i primi due punti della stagione.
Sebbene la partita sia stata di gran lunga equilibrata, i tre minuti finali hanno visto un predominio delle avversarie e, forse, un margine poco veritiero visto l’andamento equo della gara. Le Sisters hanno subito la fisicità delle giallonere e una difesa pressing con mani addosso quasi sempre al limite del fallo (22 i tiri liberi di Bolzano, contro gli 8 delle ospiti).
Le “Red Socks” escono quindi a testa bassa, pagando il dazio dell’esperienza: non in termini di età ma in termini di approccio verso la nuova dimensione. C’è tanto da lavorare, troppi gli errori e le 17 palle perse contro le 8 delle avversarie, oltre a una difesa spesso lacunosa. Sebbene coach Pezzi ha provato a mischiare la carte in gioco alternando le difese, la meglio l’ha avuta un gruppo che, con quattro giocatrici in doppia cifra e tanta determinazione, si è portata a casa meritatamente la vittoria.
Campionato in salita per la Pallacanestro Bolzano che ora, dopo essersi leccata le ferite, dovrà rientra sul parquet con più idee e consapevolezze per provare a rimettersi in gioco già da sabato, in trasferta nell’ostico campo di Castelnuovo Scrivia: formazione uscita vittoriosa contro il Basket Club Bolzano, ma di appena sei lunghezze. Si tratta di una squadra compatta, organicamente esperta e completa: ma mai dire mai, quando Acciaierie Valbruna troverà il bandolo della matassa il gioco potrà cambare registo e, magari, stupire. Fiducia e testa bassa in casa biancorossa, da domani si riparte.

Il tabellino


ACCIAIERIE VALBRUNA BOLZANO - FANOLA SAN MARTINO DI LUPARI 53-67 (12-15, 28-27, 44-47)
BOLZANO: Luppi, Mossong 14, Gottardi 6, Mingardo 5, Consorti 9, Bertol ne, D. Hafner, M. Hafner 3, Van Avermaet ne, Egwho 4, Rossi 12, Rossetto. All. Pezzi.
SAN MARTINO DI LUPARI: Guarise 2, Beraldo 3, Amabiglia 11, Boaretto 6, Crocetta, Benato ne, Milani 15, Profaiser 11, Bergamin 2, Rosignoli, Baldi 11, Meroi 6. All. Valentini.
ARBITRI: Quadrelli di Cassano Magnago (VA) e Finazzi di Milano.
PARZIALI: 12-15, 28-27, 44-47.
NOTE: Nessuna uscita per 5 falli. Tiri da due: Bolzano 16/35, San Martino 19/39. Tiri da tre: Bolzano 2/11, San Martino 8/18. Tiri liberi: Bolzano 15/22, San Martino 5/8.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,438 sec.

Inserire almeno 4 caratteri