Legabasket A
martedì 24 luglio 2018
BASKET
La Dolomiti Energia riabbraccia Davide Pascolo

Il roster della Dolomiti Energia Trentino 2018-19 continua a prendere forma: il club bianconero ha sottoscritto con Davide Pascolo un accordo triennale che legherà l’atleta friulano classe ‘90 alla squadra bianconera per le prossime stagioni sportive.
Per l’Aquila Basket Davide Pascolo non è un giocatore qualunque: Dada nelle ultime due stagioni ha giocato in Serie A ed Eurolega con l’Olimpia Milano (vincendo uno scudetto, una Coppa Italia e due Supercoppe), ma con i bianconeri è stato protagonista per cinque intense stagioni fra il 2011 e il 2016.
Cresciuto nel settore giovanile di Udine, Pascolo con la maglia di Trento dal 2011 è stato eccellente protagonista delle due promozioni del club per raggiungere la massima serie italiana (nel 2012 dalla A Dilettanti alla Serie A2, poi nel 2014 il grande salto fra i “big”) ma anche sui massimi palcoscenici italiani e continentali è stato per la Dolomiti Energia un trascinatore e per i suoi tifosi un autentico beniamino.
A livello individuale e per i risultati della squadra non è difficile capirne il perché: Dada è stato Mvp del campionato di A2 nel 2014 (e anche miglior giocatore nella Final Four di Coppa Italia vinta proprio dai trentini l’anno prima), e nel 2016 è stato inserito nel miglior quintetto di EuroCup dopo aver contribuito in maniera fondamentale alla cavalcata dell’Aquila fino alle semifinali della seconda coppa europea. Prestazioni in costante crescendo che hanno permesso all’ala di arrivare anche a vestire la maglia della Nazionale italiana, di cui fa parte ormai stabilmente.

Le dichiarazioni


«Fa molto piacere riavere con noi Dada, - ricorda Maurizio Buscaglia - è quasi inutile presentarlo ai nostri tifosi perché è uno “di famiglia”: per questo club e questa squadra Pascolo è un giocatore importante, può darci caratteristiche che si adattano bene al nostro gioco, e conoscendo le sue qualità di cestista e di uomo non sarà difficile inserirlo nel gruppo e nel sistema. Dall’esperienza appena vissuta sono convinto che Dada porti con sé un’eredità importante, per gli anni passati ad altissimo livello fra campionato ed Eurolega, che potrà trasmettere anche ai compagni: le sue motivazioni sono enormi ed è bello sentirlo così carico nel ritornare in questo club».

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,531 sec.

Inserire almeno 4 caratteri