B femminile
domenica 27 maggio 2018
BASKET
Il sogno promozione della Cestistica sfuma all'ultima gara

Il Palagarda pieno di tifosi è un autentico spettacolo: calore, colore, rumore e passione per il basket, che fanno da cornice ad una partita spettacolare in cui le giraffine e le bianco verdi si sono affrontate a viso aperto, buttando sul parquet gli ultimi residui di energia al termine di una stagione lunghissima.


La cronaca


Il primo quarto fila via sul piano della parità, con coach Matassoni che fa ruotare gran parte delle proprie giocatrici ed il punteggio che rimane sempre in equilibrio. Al termine dei primi 10 bollenti minuti il tabellone segna 15-17 in favore delle ospiti.
Nei primi minuti del secondo periodo Ponzano prova uno strappo ma non riesce andare oltre il +4 sul 21-25. Le padrone di casa non ci stanno e si riportano sotto di 1 punto sul 24-25. Un tecnico alla panchina rivana per eccesso di esultanza determina un tiro libero per le ospiti che Brotto trasforma con freddezza quando mancano 3 minuti al termine.
Alla ripresa delle ostilità Ponzano piazza un parziale devastante: uno 0-13 che frastorna le giraffine, manda le squadre alla pausa lunga sul 24-39 e si rivelerà la chiave di volta dell'intero match.
Al rientro in campo le squadre si buttano sul parquet con tanta carica agonistica, la partita è rude ma corretta ed il terzo quarto rientra nei canoni della parita; alla sirena dell'ultima pausa breve il tabellone segna 44-61
Nel quarto finale le giraffine sono decise ad onorare l'impegno di fronte ad un pubblico meraviglioso, che continua a sostenere la squadra con tutto il calore del nostro basket. Le squadre non mollano di un centimetro e lottano fino all'ultimo secondo, la rincorsa rivana si ferma sul -10 che sancisce, con merito, il passaggio in serie A2 di Ponzano con il punteggio di 67-77.

Le dichiarazioni


La presidente Consolati, da grande agonista qual'è, non riesce a nascondere la delusione per la sconfitta, ma mantiene grande lucidità nell'analizzare a caldo la stagione biancoblù: «Siamo ovviamente dispiaciuti per la sconfitta, ma posso fare solo grandi complimenti a coach Matassoni ed a tutto lo staff tecnico. Questa sera abbiamo visto il pubblico delle grandissime occasioni al Palagarda, a riprova del fatto che la passione per il basket in Busa è sempre tantissima. L'ingresso in campo delle nostre giocatrici accompagnate da un nugolo di piccole cestiste è stato il momento più bello della serata. Questa sera dovremo digerire il risultato, ma già domani inizieremo a costruire la prossima stagione».
Coach Matassoni focalizza invece l'attenzione sulla squadra che ha allenato dallo scorso agosto: «Un gruppo di ragazze che ha svolto un lavoro eccellente, voglio solo citarne i nomi: Rachele, Alice, Giulia, Maria, Valeria, Lucrezia, Cecilia, Emma, Angie, Arianna, Elena, Giorgia, Ilaria hanno scritto un pezzo di storia di questa società. Il lavoro fatto con Alan Civettini e Tommaso Cortesi, oltre che con i dirigenti Paolo Coser e Stefano Bertoldi è stato splendido».
L'ultima parola spetta ai vincitori, con coach Sottana che rende merito alle rivane: «Ho visto un miglioramento eccezionale nella squadra di casa rispetto al girone di qualificazione; sono stati i nostri ingranaggi difensivi a metterle in difficoltà.
L'esperienza negativa dello scorso anno, quando abbiamo perso la serie A per un solo canestro, ci ha permesso di affrontare al meglio questo appuntamento grazie alla maturazione mentale delle mie atlete. Se continuerà su questa strada, il prossimo anno Riva sarà una delle candidate alla promozione».


Il tabellino

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,453 sec.

Inserire almeno 4 caratteri