C femminile
sabato 19 maggio 2018
BASKET
Finisce in gara 3 il sogno del Belvedere Ravina

Giocata a Marghera la partita decisiva per definire la seconda finalista del campionato di serie C veneta 2017/2018, che andrà a sfidare le giovani Lupe di San Martino per ottenere la promozione in serie B. Purtroppo il Belvedere si presenta alla sfida senza un’ulteriore pedina importante, Lia Margonar, impossibilitata a partecipare alla gara per motivi di salute, ma le ragazze sono comunque cariche e pronte a riscattare la sconfitta subita solo 48 ore prima in casa. Il primo quarto è combattuto, chiaro segno che entrambe le squadre non hanno la minima intenzione di cedere all’avversaria. Alla prima sirena le trentine sono sotto di poco, 19 a 13. Nel secondo quarto si alza l’intensità difensiva e riescono a tenere le padrone di casa a soli 7 punti segnati (di cui 3 su tiro libero) e, guidate in attacco da Pezzato, tentano il primo allungo 26 a 30 all’intervallo. Dopo la pausa, le giovani venete si animano e ricuciono lo svantaggio, portandosi anche avanti sul 42 a 39 al termine del terzo parziale. La partita è molto equilibrata: ad ogni tentativo di fuga di una delle due squadre, si assiste ad una rimonta dell’altra. Questo fino a 4 minuti dalla fine, quando il punteggio recita 48-47 per le padrone di casa. Da questo momento purtroppo gli arbitri decidono che vogliono diventare i protagonisti dell’incontro, anziché lasciare che le due squadre, che fino ad oggi si erano scontrate sempre correttamente e dando il massimo, avessero la possibilità di giocarsi l’accesso alle finali in modo onesto sul campo. Entrambi gli allenatori trentini perdono la calma per questo e vengono espulsi a pochissimo dalla fine, concedendo 4 tiri liberi alle avversarie, che sono brave a concretizzare e sancire lo scarto finale, 57 a 52. Congratulazioni a Martellago che si è dimostrata una squadra corretta e meritevole, nonostante la giovane età. Plauso alle trentine del Belvedere, che hanno dato veramente tutto quello che avevamo e anche di più. Il sogno della finale si spezza in quel di Mestre, ma questo non impedisce al team del Belvedere di essere comunque orgogliosi delle proprie ragazze e dello staff, che hanno fatto un lavoro incredibile e hanno raggiunto un risultato più che mai inaspettato, ma assolutamente meritato.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,438 sec.

Inserire almeno 4 caratteri