B femminile
domenica 25 marzo 2018
BASKET
La Cestistica Iiriti conquista i playoff in anticipo

La Cestistica Iiriti Music Group si gioca in casa il primo jolly per l'accesso ai playoff affrontando al Palagarda la Ginnastica Triestina e lo centra, vincendo per 69-65. La storica società polisportiva gigliata, fondata nel 1863, naviga quest'anno sul fondo della classifica della serie B, ma la squadra ha in Vesnaver e nella super-esperta Zudetich due atlete di ottimo livello. Per questo in casa biancoblù c'è una tensione palpabile: le giraffine sapevano che giocarsi al meglio il primo matchpoint avrebbe evitato qualsiasi rischio legato alla difficile trasferta di Padova dell'8 aprile.

La cronaca


La presenza a bordo campo dei Delfini2001 di Montecchio, società di basket in carrozzina, che ha appena giocato un match di campionato al Palagarda, carica ancor più le atlete gardesane.
Coach Matassoni parte con Piva, Bonvecchio, Piermattei, Fadanelli ed Ermito sapendo che l'assenza di Coser (bronchite) e la precaria forma fisica di Albanese (influenzata) incideranno molto sulle rotazioni in campo. Sul fronte triestino coach Longhin chiede alle proprie giocatrici la massima intensità per sfuggire alla trappola dei playout.
Le padrone di casa sono un po' tese, dopo 4 minuti il tabellone segna 7-7 ed Ermito viene servita con buona continuità, ma le percentuali di tiro dalla media distanza sono disastrose. Piva gestisce un gioco molto concreto e sono 4 punti consecutivi di Piermattei a togliere le castagne dal fuoco alla panchina rivana che chiude il quarto sul 15-13.
Nel secondo periodo Bonvecchio si spende bene in difesa, ma peggiora la precisione al tiro dell'intera squadra. Il duo Matassoni-Civettini chiama un time out per cambiare le scelte di attacco, le parole "andiamo al ferro" risuonano per l'intero Palagarda, ma non sortiscono l'effetto sperato: il quarto si chiude sul 26-30 con le mule Vesnaver e Castellan che mandano sott'acqua le padrone di casa.
Dopo la pausa lunga continua il festival degli errori, ci vogliono due minuti perché Albanese segni il canestro del 28-30, ma la SGT risponde con due contropiede di Nardella, che costringono la panchina rivana a chiamare un time out sul 32-38. L'attacco rivano però si insabbia, ci vuole una tripla della piccola Marchi per andare sul 37-44: le triestine rispondono con una tripla di tabella di capitan Valeri che si ripete all'ultimo secondo per chiudere il periodo avanti di 13 punti sul 37-50.
Nel quarto periodo le giraffine targate Iiriti decidono che non può finire così: dopo due liberi di Marchi, Ermito cancella un tentativo di attacco di Zudetich, poi va sotto il tabellone avversario a subire un fallo e trasforma i due tiri liberi: 41-52.
A 6 minuti dal termine Piva mette una tripla che costringe Trieste al time out sul 46-52: il vento però è cambiato, Ermito segna altri due punti per il 48-52 e Fadanelli oscura alle avversarie la vista del canestro. A 4 minuti dalla sirena Piva ruba un pallone e lo offre a Bonvecchio che in contropiede segna il 50-54. Quando mancano 3 minuti Piva ruba un altro pallone, Ermito subisce fallo e segna i liberi del 52-55. Nel frattempo Trieste è imprecisa dalle linea della carità e non concretizza in punti i molti falli subiti.
Il folto pubblico del Palagarda si scalda ed il tifo è assordante: spinta dalla tribuna, Bonvecchio mette a segno altri due tiri liberi cui risponde Zudetich per il 54-57. Quando manca un solo giro di orologio Piermattei strappa una palla d'oro alle avversarie, che Ermito trasforma nel 56-57; la guardia spezzina firma il sorpasso con una tripla pesantissima, ma a 30 secondi dal termine Valeri risponde con la stessa moneta, costringendo la Iiriti Music al time out sul 59-61. Coach Matassoni disegna uno schema per portare al tiro Piermattei: a 10 secondi dalla sirena la sua bomba si schianta sul ferro; il rimbalzo è preda di Ermito che segna il pareggio sul 61-61.
Le triestine provano l'ultimo attacco, Riva difende con i denti e su una palla contesa a terra davanti al canestro rivano, l'arbitro fischia un fallo a Piermattei nel momento esatto in cui suona la sirena; gli animi si scaldano, il pubblico fa sentire la propria voce e fa tremare la mano della triestina Città che sbaglia entrambi i tiri liberi: si va all'overtime.
Si riparte con Nardella che segna solo il secondo tiro libero assegnato per una sanzione comminata alla panchina rivana, poi Piva segna il 63-62, Fadanelli strappa un rimbalzone difensivo e subisce un fallo: 64-62. A 2 minuti dalla fine Zudetich pareggia sul 64-64 ma Ermito risponde subito: 66-64. A 30 secondi dal termine Piva segna il canestro del 68-64, Castellan mette un libero cui risponde Bonvecchio: mancano 16 secondi ed il tabellone segna +4 per la Cestistica sul 69-65 che chiude il match e fa partire i festeggiamenti dell'intero Palagarda.

La Cestistica Iiriti Music Group conquista matematicamente il quarto posto che i playoff: è l'obiettivo che la società si era data ad inizio stagione e la gioia della Presidente Consolati è incontenibile: «Questa squadra ha dimostrato un grandissimo carattere, con un quarto periodo stratosferico ha recuperato uno svantaggio di 13 punti ed ha portato a casa una vittoria sofferta, ma fondamentale per la nostra stagione. Ora aspettiamo di conoscere il nome dell'avversaria che vincerà la finale in Sardegna».
Dopo il break pasquale le giraffine andranno a Padova per chiudere il girone di qualificazione, seguirà una lunghissima pausa sino al week end del 6 Maggio quando si giocherà, in Sardegna, la prima semifinale dei playoff per la promozione in serie A2.

Il tabellino

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,471 sec.

Inserire almeno 4 caratteri