B femminile
domenica 12 novembre 2017
BASKET
Una super Cestistica Rivana supera la capolista Ponzano

La Cestistica Iiriti supera l'excapolista Ponzano per 58-54 al PalaGarda e ritrova il sorriso, confermando di essere formazione da quartieri alti nonostante le quattro sconfitte sin qui rimediate. Un successo di prestigio, che fa il paio con quello nel derby contro la Pallacanestro Bolzano, che aumenta le quotazioni delle giraffine in chiave playoff.

La cronaca


Al Palagarda arriva l'ottima Ponzano che, grazie alla sconfitta subita da Bolzano nel derby di Ognissanti sullo stesso parquet, viaggia in testa alla classifica a pari punti con le altoatesine.
Coach Sottana ha affilato le proprie armi, perché sa bene quanto possano essere pericolose le giraffine; il match dimostrerà anche quanto può contare la voglia gardesana di rimettersi in corsa dopo l'inopinata sconfitta di Trieste.
Coach Matassoni ritrova tutte le proprie giocatrici, anche se Ermito e Piva non sono certamente al meglio. Nei primi minuti le trevigiane partono forte e si portano avanti di tre punti, quando Bonvecchio strappa un rimbalzo d'attacco e segna in reverse fissando il punteggio sul 5-6. Nell'azione successive ben tre bombe rivane, peraltro frutto di ottime scelte, si stampano sul ferro: Ponzano risponde con Pizzolato e Brotto in transizione portandosi a +5 sul 5-10, vantaggio che si porteranno sino alla fine del quarto sul 13-18.
Nel secondo periodo le squadre si studiano per qualche secondo, poi le biancoblù piazzano un break devastante: prima due punti di Ermito, poi la piccola Marchi che, appena entrata, segna un tiro libero e brucia la retina con due bombe, infine Piva che ruba palla e segna il layup del 25-20. Ponzano però non si trova in testa alla classifica per caso, gioca con pazienza e si riporta sul 25-24; ad un minuto dalla pausa lunga Coser ruba palla in difesa, conduce il contropiede, fa volare l'avversaria con un arresto da cineteca e con un giro dorsale appoggia al ferro il pallone del 31-26. Il quarto si chiude sul 31-27.
Negli spogliatoi coach Matassoni trova il modo di tenere altissima la concentrazione delle proprie giocatrici, Bonvecchio rientra in campo travestita da pivot segnando dal post basso con un movimento alla Olajuwon, Piermattei segna il canestro del 35-28, Albanese stoppa qualsiasi cosa passi vicino al proprio tabellone, Ponzano forza in attacco e commette tre falli consecutivi contro le ottime difese di Coser, Piermattei e Piva. Dopo tre minuti piovono un po'di tegole sulla Cestistica targata Iiriti: il quarto fallo di Albanese e Bonvecchio ed il recupero di Ponzano sul 35-34 mettono paura ai tifosi rivani, ma Ermito dimostra il proprio valore, prima segnando 4 punti in fila, poi sbrogliando la matassa di un'azione convulsa con un canestro cadendo indietro al 24° secondo. Il tabellone segna 43-37 quando coach Matassoni schiera un quintetto piccolissimo, con Marchi e Chemolli a sostenere Piermattei, che, gelida dalla linea della carità, allarga il divario fino al 46-37 che chiude il quarto.
Nell'ultimo periodo il duo Matassoni-Civettini opta per un quintetto esperto con Piva, Coser, Ermito, Reversi e Piermattei: Ponzano replica con un impressionante 0-9 a firma di Ciferni, Callegari e Brotto che costringe la panchina biancoblu a chiamare il timeout sul 46-46. Bonvecchio in transizione mette una tripla ignorantissima che fa vacillare Ponzano: sulla rimessa le ospiti consegnano la palla alle giraffine che però non ne approfittano, sul ribaltamento una grandissima difesa di Coser obbliga Ponzano all'errore. Sul 50-50 ed a 4 minuti dalla fine Marchi segna altri 2 punti cui risponde Pizzolato con 2 tiri liberi; Riva segna 1 libero con Reversi e 2 punti con Piermattei ma Pizzolato non cede e segna altri 2 tiri liberi. Quando Ponzano sbaglia la tripla del sorpasso e Riva non concretizza in attacco, Piva decide il match rubando una palla in zona d'attacco che porta Bonvecchio a segnare la tripla che fissa il risultato sul 58-54 ad 1 minuto dalla fine. Ponzano ci prova ancora ma a 25 secondi dalla sirena la tripla di Diodati, con molte mani rivane davanti alla faccia dell'ottima giocatrice veneta, sbatte sul ferro ed è preda di Coser. Il match si chiude con la vittoria delle giraffine ed il folto pubblico del Palagarda può nuovamente esplodere di soddisfazione.
Prossimo impegno a Monfalcone: trasferta lunga, squadra ostica e brutti ricordi per le giraffine; la squadra dovrà mantenere la mentalità e l'approccio visti in questa partita per continuare a sognare.

Il tabellino

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,453 sec.

Inserire almeno 4 caratteri

Foto di Lucia Bortolotti