B femminile
domenica 8 ottobre 2017
BASKET
La Pallacanestro Bolzano travolge Casarsa e vola in vetta

Al Palawalter di via Armando Diaz l'equilibrio di una partita che si pronosticava tesa e vibrante è durato solo 2 minuti. Il tempo per Carrer, tiratrice friulana di infilare due bombe e il tempo per Gottardi e Villarruel di replicare sul 6 a 6. Poi le Sisters hanno cambiato marcia in maniera brusca e rabbiosa realizzando un parziale di 17 a 3 che ha segnato profondamente gli esiti della gara.
La difesa di Bolzano è parsa ben organizzata e le azioni offensive sono state rapide ed incisive. A due minuti dalla fine del primo quarto un brutto infortunio ha rischiato di complicare la strada verso la vittoria delle bolzanine. Nadia Mossong, capocannoniere del campionato, in una partenza in contropiede è stata intercettata involontariamente da una avversaria. L'impatto è stato fortissimo, un vero e proprio K.O. con un forte trauma cranico. L'atleta, rincuorata da compagne ed avversarie, è stata accompagnata in osservazione nell'infermeria dell'impianto, dove è rimasta con il medico ben oltre la fine della gara. La precoce uscita di scena della forte giocatrice bolzanina ha da una parte privato il pubblico di parte dello spettacolo, ma poteva lasciare il segno anche nell'animo delle compagne di squadra, visibilmente scosse. Ma nei momenti difficili il motto "mollare mai" ha sorretto lo spirito delle Sisters, che hanno reagito alla grande, piazzando un devastante parziale di 21 a 4 nel secondo quarto. Molto concentrate e guidate da Villarruel dotata di uno spiccato fiuto per il canestro (28 punti a fine gara) e da Gottardi in buona serata (16), le padrone di casa hanno blindato il risultato finale già nei primi due quarti di gioco (44 a 12). Un indicatore tra tutti depone a favore di questa serata intensa e concentrata: un bel 13 su 13 ai tiri liberi, frutto di attenzione e forte determinazione.
Le ospiti non sono mai entrate in partita, forse condizionate da una trasferta per loro non consueta o forse coinvolte emotivamente dall'incidente a Mossong, del quale non hanno avuto peraltro alcuna responsabilità. L'impatto è stato fortissimo, le due giocatrici andavano in direzioni opposte, una combinazione di sfortuna e di fatalità. Ma le friulane hanno sofferto molto la difesa aggressiva messa in campo da Bolzano, hanno perso numerosi palloni nella fase di costruzione delle azioni e sono parse vulnerabili nella fase di transizione. Le Sisters hanno colpito spesso con veloci contropiedi nati da rimbalzi (Consorti leader della gara con 9) e conclusi da volate a canestro di Villarruel e Gottardi. La seconda metà della gara è servita a confermare l'intensità del gioco delle biancorosse padrone di casa, che hanno messo in luce una cabina di regia in grande serata, con Luppi e Pezzi pronte ad orchestrare il gioco e nel servire deliziosi assist alle compagne. Esordio e spazio in campo anche per le due under Sara Von Avermaet e Luna Alberti che hanno dato dimostrazione di personalità ed iniziativa. Due sedicenni, che se manterranno intatta la loro determinazione e la voglia di fare, potranno in futuro regalare buone soddisfazioni al basket cittadino. La serata, ricca di note chiare e scure, ha deciso di peggiorare sul finale con un ulteriore infortunio. Anche Daniela Hafner, colonna della squadra sino a quel momento, ha subito gli strali della sorte, riportando una forte distorsione alla caviglia che la terrà probabilmente ai box per un paio di settimane.
Archiviato il successo le Sisters si godono il primato in classifica, le quattro vittorie consecutive ed un gioco che migliora di gara in gara. In settimana intenso lavoro per preparare il match con OMA TRIESTE e per cercare di riassorbire i due seri infortuni ad Atlete di spicco.

Il tabellino

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,422 sec.

Inserire almeno 4 caratteri

Foto di Lucia Bortolotti