B femminile
domenica 10 settembre 2017
BASKET
Per la Pallacanestro Bolzano si avvicina il momento del via

Estate di grandi rivoluzioni per Pallacanestro Bolzano. La scorsa stagione ha visto per le Sisters biancorosse un brillante terzo posto ed una partecipazione allo spareggio promozione in serie A2. Il cammino delle bolzanine verso la promozione si è dovuto fermare nei playoff contro Cavezzo, squadra che successivamente ha conquistato l'accesso alla serie superiore.
L'estate ha portato la clamorosa rinuncia di Cavezzo a disputare il campionato e la possibilità per Bolzano di essere ammessa con un ripescaggio. La dirigenza bolzanina non ha voluto sfruttare questa occasione, volendo conquistare la promozione sul campo e non con le carte bollate. Al lavoro quindi in una estate torrida in tutti i sensi per rivoluzionare la squadra, renderla più competitiva e magari migliorare il risultato della scorsa stagione. A maggio il primo colpo di mercato, con l'ingaggio di una delle top scorer del campionato, quella Gisel Villarruel che con la Cestistica Rivana aveva fatto sfoggio di grandi doti realizzative. L'argentina ha aderito con entusiasmo al progetto delle Sisters, convinta di aumentare in maniera decisa la pericolosità dell'attacco biancorosso.
I segnali che giungono dagli allenamenti e dalle partite amichevoli confermano la disponibilità al lavoro duro di Gisel e il suo carattere solare. L'ossatura della squadra è stata mantenuta con l'aggiunta di una giocatrice del calibro di Greta Rossetto, neo dottoressa che si riaffaccia con entusiasmo al basket che conta, dopo aver calcato con ottimi risultati la serie A2. Poi un
gradito ritorno dalle serie minori di Giulia Bertol, il cui preciso tiro da fuori va ad aggiungersi alle armi dell'attacco di Pallacanestro Bolzano. Mentre la quadra prendeva una precisa definizione sono giunte graditissime le conferme di due lunghe di esperienza e di classe come Consorti e Mandrillo, che hanno garantito oltre alla loro grande passione, anche una frequenza a gare ed allenamenti in linea con i programmi della squadra. Ma come spesso accade, a fronte di queste due belle notizie c'è ne è stata una meno lieta, la mancata adesione ad un impiego a tempo pieno per Karolina Piotrkiewicz, alle prese con progetti importanti per la sua vita privata. KP lo scorso campionato era stata incontenibile sotto canestro risultando la terza miglior realizzatrice del torneo e probabilmente una delle migliori rimbalziste.
Rinunciare ad un pezzo da 90 come lei non si è rivelato cosa facile. Ma la fitta rete di contatti internazionali hanno consentito
l'arrivo di Nadia Mossong, un'ala grande di esperienza e di capacità atletica e tecnica, che cambia in maniera significativa il modo di giocare delle Sister, che passano dal controllo garantito e sicuro dell'area della scorsa stagione ad una versione con maggiore velocità e pericolosità offensiva di quest'anno. Le prime gare serviranno proprio a rodare il modulo al quale lo staff di coach Pezzi sta lavorando.

«Quest'anno, con molti cambiamenti nella composizione della
squadra, cambiamo anche modo di giocare. - dice - Correre diventa non utile, ma indispensabile e la difesa deve diventare il nostro
trampolino di lancio per il gioco in velocità e per il contropiede».
Il calendario definitivo delle gare è appena uscito e decreta come primo incontro per le Sisters una insidiosa trasferta a Rovigo, contro la neopromossa Rhodigium. Una squadra ambiziosa, che nell'estate ha provveduto a rendere competitivo il proprio organico con numerosi innesti di qualità da Vicenza e da Ferrara, entrambe squadre di A2.
Seconda partita in casa contro una delle favorite, quel Muggia imbottito di giocatrici della Nazionale Junior Italiana che l'anno
scorso vinse a mani basse il Campionato. Poi nuovamente una trasferta a Montecchio, altro campo insidioso frequentato dall'ex meranese Diana Schwiembacher. Il girone di andata vede più gare casalinghe, otto su quattordici, con il girone di ritorno che vede in maggior numero le trasferte. Il derby regionale si disputa in un turno infrasettimanale, a Riva il 1 novembre ed a Bolzano il 14 febbraio.
La formula è quella del girone all'italiana composto da 15 squadre ( 28 incontri ed un turno di riposo). Poi le prime quattro squadre parteciperanno ai playoff nazionali per la promozione che si svolgeranno a partire dal 21 aprile 2018.
Ultime considerazioni di coach Pezzi: «Il campionato è una torta a tre strati: Muggia, Ponzano, Cestistica Rivana, Sisters, Montecchio, Oma Trieste, Sarcedo e Monfalcone lotteranno per i posti che contano, poi c'è un mondo di mezzo con Padova e forse Rovigo come rivelazioni ed infine il pan di spagna con Casarsa, Triestina, Mirano, Treviso e San Marco pronte a tendere agguati per sfuggire dalle sabbie mobili della bassa classifica e dei playout».

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,469 sec.

Inserire almeno 4 caratteri

Foto di Lucia Bortolotti