Varie
martedì 9 maggio 2017
BASKET
Presentato ieri il Folgaria Basketball Camp del trentennale

Un anniversario importante. Il Folgaria Basketball Camp sta per compiere 30 anni e per celebrare questo compleanno Renato Caroli, il deus ex machina del soggiorno estivo per ragazzi, ha organizzato un'edizione di spessore, che è stata presentata ieri mattina a Trento nella Sala Rombo di Trentino Marketing. Renato ha ripercorso la storia della propria creatura, nata grazie ad un'intuizione di Renato Villalta, e ha anticipato i nomi dei personaggi che condurranno per mano i ragazzi nei cinque turni previsti: quello compreso fra il 18 e il 24 giugno, quello fra il 25 giugno e l'1 luglio, quello fra il 2 e l'8 luglio, quello fra il 9 e il 15 luglio ed infine quello compreso fra il 16 e il 23 luglio. Si riparte dai 1.200 “camperini” della passata stagione.
«Se in tutti questi anni di attività ci siamo costruiti un'immagine prestigiosa non è solo merito mio – ha affermato Renatone – ma anche dei tantissimi collaboratori che mi danno una mano e dell'impegno profuso dall'amministrazione locale. La formula è vincente perché portiamo i ragazzi anche fuori dalla palestra a svolgere attività all'aria aperta in un angolo magnifico di Trentino e perché li portiamo anche a praticare altri sport. Quest'anno, per celebrare il trentennale, dovremo avere ospiti come Mike Fratello, Rudy D'Amico e Dan Peterson e tecnici come Andrea Diana e Alessandro Giuliani».

Il vicepresidente della Provincia Alessandro Olivi ha ricordato i tempi nei quali il camp muoveva i primi passi, accompagnato dalla sua amministrazione comunale. «Tutto lo spazio urbano cambiava volto e si metteva a disposizione di questa ondata di allegria – ha raccontato – rumori e colori contagiavano tutta la popolazione e tutti i turisti presenti».
Hanno portato il loro saluto anche il sindaco di Folgaria Walter Forrer, la presidente del Coni trentino Paola Mora, Giuseppe De Angelis, vicepresidente del Panathlon Club Trento e il direttore dell'Apt dell'Altopiano cimbro Michael Rech, che ha ricordato il movimento di bambini e di genitori che viene messo in moto dal Fbc Camp: «Renato è stato un vero precursore quando ha lanciato questa iniziativa, - ha detto - perché oggi le località turistiche fanno a gara per poterle ospitare, ed è grazie a questa esperienza che poi Folgaria ha potuto diventare sede del tiro estivo della nazionale».
Per informazioni e iscrizioni www.folgariabasketballcamp.it

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,875 sec.

Inserire almeno 4 caratteri