B femminile
martedì 18 aprile 2017
BASKET
I playoff della Pallacanestro Bolzano cominciano contro Cavezzo

Per Pallacanestro Bolzano iniziano il playoff promozione. E dal sorteggio esce l'avversaria probabilmente più ostica, il Basket Cavezzo. Le emiliane hanno terminato il loro campionato al secondo posto, collezionando ben 22 vittorie a fonte di solo 2 sconfitte. Un ruolino di marcia che la dice lunga sulla qualità di questa squadra che oltre al presente importante vanta un passato illustre. Per molti anni infatti Cavezzo è stata tra le protagoniste della serie A italiana, lottando sempre per le posizioni di vertice, presa per mano da due giocatrici di grande classe, il playmaker Zanoli (azzurra e atleta di grande tecnica) e da Costi, una lunga atipica che fa del tiro da fuori una delle sue armi migliori). Accanto a queste due fuoriclasse le "Piovre" dispongono di un ottimo gruppo di atlete giovani ed aggressive, che imprimono ritmi molto alti alle gare. Una squadra completa quindi, che da quest'anno è anche tornata a giocare nel Palazzo dello Sport di Cavezzo, lesionato dal grave terremoto che ha colpito l'intera area geografica alcuni anni fa. Pallacanestro Bolzano arriva a questo impegno con un ottimo risultato di 18 partite vinte a fronte delle 6 perse. Il girone triveneto della serie B è ostico e maggiormente equilibrato, è bastato abbassare la guardia e un paio di sconfitte si sono materializzate anche contro squadre di bassa classifica. Cavezzo invece ha condotto una marcia quasi solitaria, interrotta sul finale solo da Faenza che ha agguantato nelle ultime giornate il primo posto.
Sull'impegno coach Sandro Pezzi dice: «Abbiamo raggiunto il miglior obbiettivo che ci eravamo posti all'inizio dell'anno, quello di fare un campionato ai piani alti della classifica e centrare i playoff promozione. Siamo molto soddisfatti. Ora il sorteggio ci ha abbinato a Cavezzo, una grande squadra, che ha dominato, assieme a Faenza, il girone emiliano. Un impegno difficile che si sviluppa su una gara di andata che giocheremo fuori casa il 22 e il ritorno al Palasangiacomo il 30 aprile. Conta la differenza canestri per passare il turno, quindi una lotta a coltello in entrambi gli incontri. Difficile fare un pronostico, giocheremo con intensità ed attenzione. Aggiungerei con molta umiltà. Quest'anno, nei big match di alta classifica in trasferta contro Muggia e Ponzano abbiamo registrato pesanti passivi, reggendo per un tratto e poi alzando bandiera bianca. Contro Cavezzo dovremo invece rimanere in partita non per 40 ma per 80 minuti. Voglio una prestazione gagliarda in difesa, a conferma di quanto abbiamo costruito durante il campionato, ma ancora con maggiore decisione voglio un miglioramento in attacco, dove possiamo fare meglio. In questo finale di stagione dobbiamo gestire molti imprevisti, tra i quali l'assenza forzata per motivi di salute di Kristina Markovic. Sono sicuro che le compagne di reparto sapranno sostituirla al meglio».

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,438 sec.

Inserire almeno 4 caratteri

Foto di Lucia Bortolotti